Filming On Italy

Los Angeles, 31 gennaio - 2 febbraio 2018

Il cinema italiano a Los Angeles

31 gennaio 2018

MONICA BELLUCCI  e l'anteprima USA di “On the Milky Road” di Emir Kusturica  

Monica Bellucci al Festival Filming On Italy di Los Angeles con l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles che le dedica un’intera giornata, quella del 31 gennaio, con la proiezione di “Malèna” di Giuseppe Tornatore che la consacrò star internazionale, e la presentazione all’Harmony Gold Theatre di Sunset Boulevard in anteprima USA di “On the Milky Road” di Emir Kusturica, in cui l’attrice recita in serbo. All’attrice sarà consegnato il  Filming On Italy Best Career Award che come spiega Tiziana Rocca: “vuole essere un riconoscimento alla sua carriera di attrice internazionale. Qui, in America, la Bellucci ha recitato con grandi registi e interpreti e nella sua già lunga carriera, ha interpretato tanti ruoli diversi fra loro ed è tra le rare attrici italiane a recitare in differenti lingue. Monica è, per noi, simbolo di una donna che, accanto all’indiscutibile fascino, ha sempre dimostrato una grande personalità e sensibilità”.“On the Milky Road” racconta, sullo sfondo della Guerra, una storia di passione, di amore proibito, che farà precipitare i due protagonisti in una serie di fantastiche e pericolose avventure. Il nuovo film di Kusturica è una favola moderna e trae spunto da diversi aspetti della vita del regista. Il film, che ha avuto grande successo in Italia e in altri paesi, è prodotto da Paula Vaccaro, Emir Kusturica, Lucas Akoskin e Alex Garcia.Filming on Italy a Los Angeles è il festival nato grazie a un accordo tra Agnus Dei di Tiziana Rocca, l’Istituto Italiano di Cultura Los Angeles e il suo Direttore Valeria Rumori, e con il sostegno del Console Generale d’Italia a Los Angeles Antonio Verde che ha concesso il patrocinio all’iniziativa, e che si terrà dal 31 gennaio al 2 febbraio 2018. Il Direttore Generale è Tiziana Rocca e il Direttore Artistico è Claudio Masenza.Star internazionale, icona di stile e bellezza, la Bellucci ha interpretato 66 film, oltre all'ultima stagione della serie televisiva americana “Mozart in the Jungle” e alla sua 67esima pellicola, in post produzione,  “Nekromance” del regista australiano Kiah Roache-Turner scritta insieme al fratello Tristan. David Lynch l'ha omaggiata con un cameo in “Twin Peaks”, dove interpreta se stessa in un sogno del regista. Oltre ai tanti premi ricevuti, le sono stati conferiti recentemente la prestigiosa Legion d'Onore Francese, il premio “Donostia” alla carriera all'ultimo Festival di San Sebastian e il Nastro d'Argento Europeo.A questi riconoscimenti si aggiunge quello dell’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles che consegnerà il 31 gennaio alla Bellucci il premio IIC Los Angeles Creativity Award, riconoscimento all’eccellenza italiana nel mondo. Il premio consiste in un’opera originale creata appositamente per l’Istituto da Emilio Cavallini, artista e stilista noto internazionalmente, ed ispirata al soffitto del Pantheon di Roma.

1 febbraio 2018

LA WALK OF FAME PER GINA LOLLOBRIGIDA


Una Stella per Gina. Era stata annunciata in occasione del 90esimo compleanno lo scorso 4 luglio, e il 1° febbraio 2018, Gina Lollobrigida sarà a Los Angeles per la posa della sua stella sulla Walk of Fame di Hollywood e per ricevere il Filming On Italy Life and Achievement Award che le sarà consegnato da Danny Huston, figlio del grande John che nel 1954 la diresse ne “Il tesoro dell'Africa”, suo film d’esordio negli States.

La cerimonia si terrà il 1° febbraio alle 11.30, alla presenza del Console Generale Antonio Verde a Hollywood e Vine Boulevard, nell’ambito di Filming on Italy a Los Angeles: il festival, che si terrà dal 31 gennaio al 2 febbraio 2018, nato grazie ad un accordo tra Agnus Dei di Tiziana Rocca, l’Istituto Italiano di Cultura Los Angeles e il suo Direttore Valeria Rumori.

Ed è proprio Tiziana Rocca che ha segnalato alla Hollywood Chamber of Commerce il nome della Lollobrigida per inserirla tra i candidati all’assegnazione della Stella più ambita dalle personalità di tutto il mondo. Quella della Lollobrigida, votata all’unanimità, è la 14esima Stella che porta il nome di un italiano illustre. 

“Sono felice che la Hollywood Chamber abbia accettato la mia segnalazione – sottolinea Tiziana Rocca -, credo che una personalità come Gina Lollobrigida rappresenti meglio di chiunque altro la cultura e il cinema di un’Italia ricca di arte. La carriera di Gina dimostra come bellezza e talento possano convivere nel loro intreccio di emozioni e creazioni. Il mio ringraziamento va anche, e soprattutto, a Gina che ha creduto in me e che ha deciso di essere a Los Angeles al Filming On Italy, un Festival che in poco tempo è cresciuto moltissimo. Ringrazio anche la Direzione Cinema del MiBACT che ci ha sostenuto in questa bellissima avventura ”.

"Questo è un dovuto riconoscimento per Gina Lollobrigida, artista a tutto tondo" - ci tiene a far notare il Console Generale Antonio Verde - "che ha dato forma all´immaginario cinematografico di molte generazioni di appassionati di cinema!"

In America la Lollobrigida è un’icona di stile, dopo il suo film d’esordio negli States, “Il tesoro dell'Africa” di John Huston (1954), l’anno successivo il Time le dedica la copertina. Ora con una straordinaria filmografia che conta oltre 60 titoli con i più grandi del cinema internazionale e una straordinaria carriera di pittrice e scultrice, Gina Lollobrigida arriva a Los Angeles per assistere alla posa della stella che porterà il suo nome.

In questa occasione, l’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles consegna alla Lollobrigida il premio IIC Los Angeles Creativity Award, riconoscimento all’eccellenza italiana nel mondo. Il premio consiste in un’opera originale creata appositamente per l’Istituto da Emilio Cavallini, artista e stilista noto internazionalmente, ed ispirata al soffitto del Pantheon di Roma.

Filming On Italy dedicherà a Gina Lollobrigda un’intera giornata all’Istituto Italiano di Cultura Los Angeles con la proiezione di film da lei interpretati “Death Laid an Egg“ di Giulio Questi (1969) e “Woman of Straw” Basil Dearden (1964) e un incontro con il pubblico condotto da Claudio Masenza.  




Filming On Italy per il Sociale

  

Il sociale è una tematica cara a Tiziana Rocca che l’ha sempre sostenuta in tutti i suoi eventi, e per questo all’interno di Filming On Italy Lola Karimova, ambasciatrice dell’Uzbekistan presso l’UNESCO, presenta “The Droplet” un importante progetto per evidenziare l'urgenza delle questioni relative al riscaldamento globale e alla scarsità e alla conservazione dell'acqua. A Lola Karimova è stato consegnato il Social and Justice Filming On Italy Award.

Inoltre, Tiziana Rocca, sostiene Studio 189, impresa sociale creata nel 2011 da Rosario Dawson assieme all’esperta di moda Abrima Erwiah, che “utilizza” la moda come agente di cambiamento sociale creando opportunità di lavoro e valorizzazione per le donne. Oltre a un sito di e-commerce, Studio 189 ha dato vita alla collezione di moda artigianale Fashion Rising Collection, curata dalla stessa Dawson e lanciata nel 2013 in supporto al One Billion Rising, la più grande azione di massa per porre fine alla violenza contro le donne. Ispirata ai suoi ideali, Fashion Rising Collection rappresenta la collaborazione unica di artisti, designer ad artigiani per opporsi alla violenza contro le donne attraverso la creazione di una moda più sostenibile.

A Rosario Dawson ed Abrima Erwian è stato consegnato il Social and Justice Filming On Italy Award.